Il metodo Dorn Breuss: per il benessere della schiena

La schiena: una parte del corpo che conosciamo poco, che non vediamo, che raramente sappiamo come stimolare in maniera corretta, ma che invece quotidianamente sforziamo!

Ogni singolo organo ed ogni parte del nostro corpo è legato alla schiena, ed è quindi fondamentale prendersene cura giorno per giorno, con qualche piccola mossa o accorgimento.

Si chiama Metodo Dorn o Dorn Breuss. Si tratta di una tecnica non invasiva, praticata soprattutto nel settore del benessere e del fitness, che unisce lievi pressioni delle dita dell’operatore a movimenti articolari eseguiti da chi riceve il trattamento. Ecco la prima cosa che mi è piaciuta particolarmente: è la collaborazione che porta al benessere! Non riceviamo un “massaggio” passivo, ma impariamo semplici mosse che possiamo fare ogni giorno, in casa, in ufficio o in palestra…che salvaguarderanno la nostra schiena anche in futuro!

Il metodo Dorn, in quanto trattamento di wellness in ambito fisiologico e non patologico, non è un sostituto delle terapie mediche ufficiali, della fisioterapia, della chiropratica, o dell’osteopatia, ma bensì l’anello di congiunzione! Quanti vanno dall’osteopata ogni settimana o ogni giorno? Ben pochi, se non se ne ha un particolare bisogno. Ma della schiena non ci si può prendere cura solo “ogni tanto”, dico bene?

Questa disciplina bionaturale è ottima come mantenimento dopo una terapia osteopatica o fisioterapica, o viceversa come primo step per chi non ha necessariamente bisogno di recarsi da un medico, ad esempio per superare una piccola contrattura nata in palestra, dei dolori articolari dovuti ad una cattiva postura…

Le manovre del massaggio Breuss sono di allungamento profondo della colonna e rilassamento dei dischi intervertebrali.
Il secondo aspetto molto interessante è questo: le correzioni dei disallineamenti sono fatte “in maniera dinamica“. Secondo Dorn, i nostri muscoli provano sempre a mantenere stabili le posizioni delle articolazioni vertebrali e della spina, e quando le posture sono sbagliate i muscoli memorizzano la posizione errata come fosse quella corretta.

Dopo le manovre, eseguite su lombari, collo, anche, talloni…la parte finale della seduta consiste in un vero e proprio rituale (non chiamatelo massaggio!), sia per far penetrare l’olio d’iperico, con caratteristiche antiinfiammatorie, sia per sciogliere il lavoro attivo eseguito insieme all’operatore e concedersi un momento di gratificazione.

 

 

byNight Roma “live social radio show”

byNight Roma “live social radio show”

Dott. Alessandro Margheritini
Dott. Scienze motorie – Massoterapista – Master Biomeccanica – Posturologo e preparatore
atletico nazionale.
Telefono: 3356227016
Facebook: @Alessandro Margheritini
e-mail: amargheriti@msn.com