La Flessibilità e i metodi di allenamento

 

FARMACIA IGEA

(Prof.Alessandro Margheritini)

La flessibilità o mobilità articolare è la capacità che permette di compiere movimenti ampi e al massimo dell’escursione fisiologica consentita dalle articolazioni sfruttando in pieno le qualità motorie e fisiche del soggetto.

La struttura ossea dell’articolazione e le componenti anatomiche e funzionali (grado di estensibilità dei legamenti,tendini e muscoli) possono essere influenzate dalla temperatura dell’ambiente e da un insufficiente livello di riscaldamento del corpo.

Effetti degli esercizi di flessibilità muscolare e la pratica Dorn Breuss

I benefici apportati al nostro organismo dal metodo Dorn Breuss sono molteplici. Ne indicheremo alcuni:

– Riduzione della tensione muscolare

– Miglioramento delle capacità coordinative con miglioramento dell’efficienza muscolare

– Attenuazione di dolori e contratture muscolari

– Riduzione della tensione muscolare

– Prevenzione o limitazione di traumi a carico dell’apparato locomotore

– Presa di coscienza dei vari segmenti corporei

Generalmente vengono utilizzati questi metodi per favorire la flessibilità:

– Rapido allungamento attivo

– Lento allungamento attivo

– Allungamento passivo

– Lavoro attivo in forma dinamica

Dei metodi elencati il più utilizzato ed efficace è l’allungamento passivo in correlazione di un lavoro dinamico (DORN).

Le tecniche di allungamento dinamico hanno lo svantaggio di stimolare i fusi neuromuscolari e quindi,la risposta contrattile del muscolo proprio nella fase di stiramento.

Con le tecniche di allungamento passivo, invece, grazie al lento stiramento, i fusi neuromuscolari non inviano segnali contrattili al muscolo mentre gli organi tendinei del Golgi inviano segnali di rilasciamento.

Occorre percepire la tensione ed il rilassamento del muscolo.

I movimenti vanno eseguiti in modo lento,uniforme e controllato.

Una corretta esecuzione prevede la ricerca della posizione per 4-6 sec, e la tenuta della stessa per 10-15secondi.

Il lavoro da svolgere deve essere lento e mantenuto per tempi relativamente “lunghi” per poter sfruttare l’effetto sull’allungamento del muscolo, limitando anche il riflesso da stiramento.

 

Consigli per una corretta esecuzione

  • Assumere la postura corretta, evitando posizioni errate che possano incidere sulle strutture articolari.
  • Rispettare i tempi e le modalità di esecuzione previsti sia con operatore e poi nella fase di auto aiuto
  • Non arrivare mai fino all’insorgenza del dolore
  • Mantenere una giusta concentrazione sulla modalità esecutiva
  • Respirare in modo costante e naturale
  • Presa di coscienza dei vari segmenti corporeiI tempi di esecuzione del lavoro sono indicativi, poiché sono molto soggettivi , sia in chiave preventiva che in caso di patologie. Pertanto, prima di intraprendere un percorso Dorn Breuss, è consigliabile rivolgersi al proprio medico di fiducia.